Proponi il Tuo Immobile

 

Palermo zona Piazza Pretoria in vendita appartamento tre vani

4 maggio 2012 da Giulia

Nel cuore del centro storico di Palermo, tra piazza Pretoria la chiesa della Martorana, e le centrali via Maqueda, via Roma e Corso Vittorio Emanuele, in vendita appartamento 3 vani più servizi, riscaldamento autonomo.

 

Storia Del Palazzo Bellini

Il complesso edilizio, oggi identificato con le fabbriche del Teatro Bellini, a meno della porzione ad angolo con la via Discesa dei Giudici, originariamente era nel suo insieme il Palazzo Valguarnera, residenza di proprietà dei marchesi di S. Lucia.

Il teatro, le cui vicende porteranno inevitabilmente a modificare la fisionomia del fabbricato, nasce come sala di spettacolo privata nelle rimesse dello stesso Palazzo.

Si ha notizia che il 7/1/1676 viene stipulato un contratto d’affitto “di un magaseno locato da Ponzio Valguarnera a Don Francesco principe di Valguarnera per uso teatro”. Nel 1726 il teatro veniva aperto al pubblico. Tra il 1807 e il 1808, i Valguarnera “ottenevano in cessione, la casetta del Marchese Ballaroto ove attacca il palcoscenico (al di là del vicolo di S. Caterina)”. Nello stesso anno (1808) si intese riedificare in muratura il vecchio teatro ligneo e i marchesi di S. Lucia, per allargare il teatro, modificarono i loro appartamenti: verranno aggregate la sala e prima “anticamera …, la cucina esistente a mezza scala”, lasciando a disposizione della corte un piccolo appartamento, all’interno del Palazzo, con ingresso dalla scala nobiliare che immetteva ai palchi del 2° ordine.

Autore della nuova costruzione in muratura (1808-1809) fu l’architetto camerale Nicolò Puglia. Al nuovo impianto è ascrivibile la realizzazione della nuova scala parziaria di accesso al palco e la risistemazione dei collegamenti tra il teatro e la casa della marchesa Maria Genoveffa Priveri, attraverso lo scalone nobile del palazzo, realizzato in pietra di castellamare, sormontato da una volta a botte in “spangalore a chiappette intagliate, murate con calce arena”.

Il teatro, dopo l’incendio del 1964 passa all’Ente Teatro Massimo.

Dopo l’intervento dell’architetto Puglia, a meno della porta di comunicazione ancora oggi visibile in cima alla prima rampa di scale, si ebbe una netta separazione tra la struttura teatrale vera e propria e i locali della residenza dei marchesi Valguarnera.

La storia dell’immobile ci testimonia l’uso residenziale che lo ha caratterizzato e per il quale è  stato edificato.Con ingresso da piazza Bellini, in prossimità delle Mure della Chiesa dell’Ammiraglio, l’immobile si affaccia sulla piazza con una facciata ricca di caratteri architettonici tipico del periodo Umbertino.

Evidenti sono le tracce di alcuni caratteri architettonici che evidenziano la fattura dell’immobile anche al suo interno, in particolare il piano nobile ha conservato il salone di  forma quadrata  tipico del periodo storico avente dimensione di circa 12 metri per lato, con un soffitto affrescato posto ad un altezza di circa 7 metri dal pavimento.


Questa pagina è stata visitata 372 volte.

Lascia un commento

Devi essere registrato per potere inserire un commento.

Le nostre recensioni

Essendomi servito involontariamente dei servigi di questa agenzia, la sconsiglio vivamente a tutti, sia compratori che venditori, per la scarsissima professionalità dimostratasi.\r\nG.G.
Gaspare Genna

Leggi tutte le recensioni
 

Hotel a Marsala

 

LagunaBlu Aziende

Pagine Gialle Marsala
 

Servizi Turistici

 

I nostri Video

 


pagine viste dal 15.11.2009